Williams & Humbert – Don Zoilo

INTRODUZIONE

Denominazione: Sherry Jerez de la Frontera D.O.;
Provenienza: Spagna (Jerez);      
Volume alcolico: 18 %;      
Annata: N.D.;     
Temperatura di servizio: 14-16°C;      
Abbinamenti: Aperitivo, formaggi a pasta dura e lunga stagionatura, formaggi erborinati, cioccolato.     
Prezzo Medio: 16 €.  
        

Non poteva mancare sul nostro blog la recensione di una vera e propria icona della Spagna, lo Sherry, straordinario vino da meditazione, ma anche da aperitivo o da accompagnamento al cioccolato. 
I due stili di produzione dello Sherry sono “Fino” e ”Oloroso”, il primo è giovane, di colore chiaro, e non supera mai i 16 gradi alcolici, il secondo, materia della nostra recensione, è alcolico, ossidato e invecchiato anche per molti anni.
Determinante per le caratteristiche organolettiche dello Sherry non è soltanto la scelta del vitigno, Pedro Ximenez, ma anche il tradizionale metodo (di invecchiamento) Soleras, dove si usa una batteria di boticelle (chiamata “solera”) divisa in livelli sovrapposti. Il vino nuovo è posto nel livello superiore, e il risultato finale si preleva dal livello più basso. I vini percorrono tutti i livelli, in un periodo variabile tra i 3 e 50 anni.

        
DIARIO DI DEGUSTAZIONE

 

Limpido, di color giallo ambrato tendente al mogano, ruotando il bicchiere notiamo come sia denso e poco scorrevole.       


Al naso è intenso ed il bouquet di profumi che troviamo va dalla frutta candita, uva passa, datteri fino ad arrivare al miele, liquirizia, tabacco, note legnose e di vaniglia.        

Il sorso, se da una parte è abbastanza coerente con i profumi riscontrati  nell’esame olfattivo, dall’altro risulta sbilanciato in quanto la componente zuccherina prende il sopravvento. La pastosità e l’alcolicità ci arricchiscono piacevolmente la bocca, e la lunga persistenza si chiude con una nota di zucchero bruciato.

Riassumendo la degustazione di questo vino possiamo dire che il vero limite Sherry sia la troppa ed eccessiva dolcezza che ne limita la degustazione, altrimenti siamo davvero di fronte ad un vino di  ottimo spessore per completezza sia al naso che in bocca.    

 

S&D POINT : 85

Q&P POINT : 9